EMIGRAZIONE, ITALIA-BELGIO: IN UN FUMETTO 70 ANNI DI STORIA (NOTIZIARIO 9COLONNE)

Bruxelles, 11 dic – In occasione del settantesimo anniversario degli accordi italo-belgi sull’emigrazione, il ComItEs Bruxelles, Brabante e Fiandre pubblica, con il sostegno del Ministero degli Affari Esteri italiano e della Regione Vallonia, un album a fumetti che ripercorre la storia degli Italiani – e non solo – in Belgio. Frutto della collaborazione del disegnatore italo-belga Antonio Cossu e i ComItEs del Belgio, che hanno messo a disposizione dell’artista le storie e i racconti delle famiglie attraverso interviste e brani d’archivio, la sceneggiatura dell’album è stata guidata dal Presidente del InterComItEs Belgio, Raffaele Napolitano, che ha fortemente voluto un’opera che fosse ponte tra chi arrivò negli Anni ’50 e le terze, quarte generazioni. “Non volevamo solo scrivere la storia degli Italiani in Belgio – racconta Napolitano – ma creare l’occasione per mostrare quanto lo spirito della comunità, i patronati, le missioni, i sindacati abbiano avuto un ruolo determinante nell’integrazione degli Italiani nel Paese che ci ospita.” Il fumetto non dimentica né le grandi tragedie del passato, come il disastro del Bois du Cazier – di cui si è appena commemorato il sessantesimo anniversario – ricorda il Presidente del ComItEs – né quelle del presente, con una serie di tavole dedicate al Parc Maximilian, luogo di ritrovo e di soggiorno dei nuovi Migranti ed è permeato da un forte spirito europeo ed europeista”. Pubblicato sia in italiano sia in francese, il libro sarà messo a disposizione gratuitamente come strumento di approfondimento e di memoria. “Molti i complimenti già ricevuti da chi ha avuto l’occasione di leggerlo in anteprima, sia a Bruxelles, sia alla Farnesina conclude Napolitano – cui si aggiungeranno certamente quelli di chi parteciperà domani, 12 dicembre alle 18.00, presso il sito di Bois du Cazier, alla prima presentazione pubblica dell’opera”. (Gif / UE / BIG ITALY) (© 9Colonne)

Lascia un commento